Classici Audacia Mondadori

Classici Audacia Mondadori, storia della collezione e valutazione

29 Settembre 2023

Classici Audacia: panoramica sulla serie a fumetti

Una collezione che non può certamente mancare sugli scaffali di un appassionato di fumetti del dopoguerra è quella dei Classici Audacia. Pubblicata da Arnoldo Mondadori nel 1963, non ebbe troppa fortuna e fu interrotta dopo 63 numeri. Tuttavia questi 63 albi sono una preziosa testimonianza del fumetto franco-belga e hanno fatto conoscere in Italia personaggi come Michel Vaillant, Dan Cooper, Ric Roland, Blake e Mortimer che erano ai più sconosciuti. Da un punto di vista collezionistico resta ancora oggi una serie discretamente apprezzata, che in questo articolo andremo a conoscere un po’ più da vicino.

Classici Audacia, storia editoriale

Il primo numero esce nel dicembre del 1963, con protagonista l’intrepido pilota Michel Vaillant. Il costo era di 250 lire. A distanza di un mese, nel gennaio 1964 esce il numero 2, il protagonista è sempre Vaillant. Nel marzo 1964, con il numero 4, fa il suo esordio un nuovo personaggio: Dan Cooper. fino al numero 37 del dicembre 1966 la periodicità è mensile. A partire dal numero successivo del gennaio 1967 diventa quindicinale e avremo una media di due uscite al mese, qualche volta tre. Questo fino alla fine dell’anno, che segnerà anche la conclusione della serie.
In realtà la collana proseguirà con alcune ristampe negli Albi Ardimento del corriere dei piccoli: viene considerata però una serie a parte che non completa la classica fatta da 63 numeri.

Formato e copertine e curiosità editoriali

Fumetti classici audacia
A partire dal numero 38 assistiamo a un cambio abbastanza radicale: non soltanto la periodicità diventa quindicinale, come abbiamo già detto, ma la legatura passa da brossurata a spillata. Inoltre: il formato è ridotto e inizia l’alternanza fra pagine a colori e in bianco e nero. In compenso il prezzo diminuisce da 250 lire a 200. Con il numero 51 gli albi tornano tutti a colori e il formato originale viene ripristinato.
Le copertine sono molto apprezzate dai cultori di questa collana. Per la maggior parte di esse il merito artistico è tutto degli autori francesi delle storie originali. Tuttavia, su alcuni numeri, la casa editrice Mondadori ha preferito inserire un elemento nostrano e quindi abbiamo le copertine inedite di Marco Rota e Pino Dangelico. A partire dal numero 38, fatta eccezione per il 44 e il 54, sono tutte disegnate da Dangelico.
L’ultimo numero della serie è il 63 del dicembre 1967. Il motivo che spinse Mondadori a chiudere dopo pochi anni una serie artisticamente molto valida è senz’altro il calo di interesse dimostrato dai lettori.

Classici Audacia, titoli e cronologia dell’opera

1 La grande sfida.
2 Il pilota senza volto.
3 Il circuito del terrore.
4 Delta blu.
5 Il padrone del sole.
6 Operazione Jaguar.
7 Il muro del silenzio.
8 Il mistero della grande piramide.
9 La camera di Horus / Il mistero della grande piramide.
10 Un 13 in gara.
11 Missione in Liberia.


12 S.O.S. meteore.
13 I nemici di Warson.
14 Destinazione Marte.
15 Il marchio giallo.
16 Il segreto di Jimmy Torrent.
17 I piloti del brivido.
18 Duello in cielo.
19 Piano Z.
20 Il pilota n. 8.
21 Prigionieri della banchisa.
22 Il ritorno di Steve Warson.
23 Avventura a New York.
24 La trappola diabolica.
25 La squadriglia dei giaguari.
26 L’onore del samurai.
27 Sfida a Ric Roland.
28 Il segreto di Dan Cooper.
29 Colpo di scena a Indianapolis.
30 Caccia al reporter.
31 I tre cosmonauti.
32 Il castello della vendetta.
33 Trappola per Ric Roland.
34 Fantasma 3 non risponde.
35 I sotterranei di Parigi.
36 L’ombra del camaleonte.
37 Gli acrobati del cielo.
38 L’incendio.
39 L’enigma dell’Atlantide.
40 Caccia al missile.
41 L’auto pirata.
42 Forte Navajo.
43 Il prezzo dell’onore.
44 Lampi sul west.
45 Le tigri del mare.
46 Caccia al condor – Sangue sull”avorio.
47 Pericolo in cielo.
48 Ratto sul transatlantico.
49 Il mistero dei dischi volanti.
50 Avventura in 3 continenti – Gli avvoltoi.
51 Ray Ringo in La pista per Santa Fè.
52 La squadriglia delle cicogne.
53 Il muro del suono.
54 L’aquila solitaria.
55 Panico a Capo Kennedy.
56 Il tesoro dell’Atlante.
57 Il sabotaggio.
58 Suspense alla TV.
59 I pirati di Lokanga – Il generale Satana.
60 Il cavaliere perduto.
61 Il drago di fuoco.
62 L’aereo rapito.
63 Destinazione Oceano.

Storie, personaggi e autori

La CA raccoglie il meglio del fumetto d’autore francese del dopoguerra. Fra gli autori rappresentati abbiamo Graton, Weinberg, Jacobs (le avventure che lui ha disegnato sono poche e fino ad allora sconosciute in Italia), Moebius, Uderzo, Reding, Vance, Duchateau, Aidans, Greg.
I personaggi più presenti sono indubbiamente Michael Vaillant di Graton e Dan Cooper di Weinberg, che compaiono all’interno di ben 14 albi il primo e 15 il secondo. Entrambi sono due audaci piloti e avventurieri: Vaillant di auto da corsa, Dan Cooper di aerei. Piccola nota di colore, a questo personaggio è legato uno dei più grandi misteri dell’aviazione americana, il dirottamento di un boing 727 avvenuto nel 1971, ad opera di un dirottatore ancora oggi sconosciuto, noto soltanto con lo pseudonimo da lui utilizzato: Dan Cooper.
Altri personaggi:
– Ric Roland, un avventuroso giornalista.
– Jimmy Torrent, fumetto incentrato sul tennis.
– Blake e Mortimer, Avventure e misteri dal genio di E.P. Jacbos.
– Tanguy e Laverdure, una coppia di piloti di aerei francesi.
– Blueberry, fumetto western ambientato nel far-west e disegnato da un giovanissimo Moebius.
– Marc Franval, avventure di un documentarista fra gli selvaggi.
– Ray Ringo, serie belga ambientata nel west, negli anni che seguirono la guerra di secessione americana.
– Bernard Prince, un avventuriero che gira il mondo a bordo del suo Cormorano.
– Luc Orient, avventure di fantascienza fra alieni e misteri.

Classici Audacia, numeri rari e numeri chiave

Classici audacia il circuito del terrore
Per completare questa pur breve raccolta ci sono degli ostacoli da superare, cioè il ritrovamento dei numeri chiave. Non sono impossibili da scovare (al momento in cui scrivo questo articolo in vendita li trovate praticamente tutti) ma rispetto agli altri sono certamente più ostici.
In generale sono gli albi con Michael Vaillant ad essere più difficili da recuperare, ma nel dettaglio:
1, 3, 6, 10, 54, sono meno comuni di tutti gli altri.

Qual è il valore della collezione Classici Audaca?

Questa collana dopoguerra è abbastanza comune e al tempo stesso molto apprezzata dai tanti appassionati del fumetto franco-belga. Tuttavia la sua vendita non è mai rapida a meno che non sia disponibile in condizioni da edicola. In condizioni normali / da lettura, ha una valutazione di circa 350 euro. Ovviamente a comandare sul prezzo sono i numeri chiavi, i 5 albi che abbiamo menzionato nel paragrafo precedente determinano il valore finale di tutta la collezione. In alcuni casi potreste anche decidere di venderli singolarmente.

Articoli correlati

Jeff Arnold è un fumetto di genere western ideato dall’inglese Frank Humphris nel 1950 e pubblicato in Italia su Il giorno dei ragazzi (1957-1964) e sull’omonima testa dalla casa editrice Dardo (1963). In quegli anni...
Nel panorama dei fumetti italiani del dopoguerra, poche opere possono vantare il prestigio e l’influenza di “Il Grande Blek”. Creato nel lontano 1954 dal collettivo EsseGesse (Capitan Miki, Comandante Mark, Kinowa), questo epico fumetto western...
Fra tutte le collane a fumetti pubblicate negli anni 70, una fra le più iconiche è sicuramente Un uomo un’avventura. L’editore è Cepim, cioè l’odierna casa editrice Bonelli. Se questa collana antologica suscita ancora oggi...