Eternia Mattel, playset dei masters of the universe, della linea giocattoli he-man: qual è la sua valutazione? Da quante parti è composto? Dove lo posso comprare o vendere?

In questo articolo dedicato al playset dei masters Eternia parleremo del suo valore economico, descriveremo tutte le parti che lo compongono e come riconoscere quelle più importanti. Chi desidera avere informazioni specifiche sulla propria Eternia, per venderla o trovare parti mancanti per completarla, potrà inoltre contattarmi privatamente tramite i contatti della pagina.

Eternia spicca fra tutti gli altri castelli e playset della serie masters of the universe per via della sua grandezza e cura dei dettagli. Questo giocattolo di dimensioni considerevoli è strutturato in tre torri, connesse fra loro da un sistema di monorotaie sul quale orbitano i vari veicoli di He-man.
Gli accessori numerosissimi, piccoli e grandi, lo rendono un giocattolo molto difficile da reperire completo e per questo motivo gli esemplari oggi integri e senza parti mancanti sono considerati abbastanza rari. Eternia, come tanti altri giocattoli anni 80 veniva prodotto dalla Mattel, azienda che commercializzava i suoi giocattoli e i masters in tutto il mondo: in se’ quindi non parliamo di un gioco raro, non certamente come possono esserlo alcuni prototipi dello stesso periodo, ma il fatto che già negli anni ottanta avesse un prezzo in lire molto alto ha contribuito a limitarne la diffusione. Scopriamo da vicino valutazione e funzionamento di questo simbolo iconico dei MOTU, sicuramente uno dei giocattoli più rari della serie.

Eternia: quali sono i suoi componenti?

I componenti di Eternia sono veramente tanti, piccoli e grandi. Di seguito riporteremo la lista e le foto con i singoli pezzi.
– Una base
– Le braccia del leone di Eternia
– Una torre grande centrale il cui corpo è diviso in due parti
– Una testa del leone da fissare al corpo della torre
– 3 ripiani sganciabili da collocare all’interno della torre, che ne costituiscono i piani.
– Una bocca del leone
– Una torre rossa
– Una testa di serpente che va inserita all’interno della torre rossa
– Una torre prigione verde
– Due ponti
– Un ascensore con relativa asta della lunghezza della torre centrale
– Una centralina comandi
– Un trono con relativo supporto da agganciare all’interno della torre centrale
– 5 supporti blu da collocare sulla torre centrale
– 4 supporti marroni per la fortezza prigione
– 4 supporti marroni per la torre serpente
– 4 catene metalliche per la torre serpente
– Un collare per il serpente
– Una palla chiodata
– Due gargoyle
– Un wrench tool (piccola chiave inglese)
– 13 monorail blu sui quali si muove la battle ram
– Un motore con batteria
– Un fucile da collocare sul motore
– Un veicolo viola Sky cage con sportellino e parti
– Una battle tram
– Un jetpack
– Un’armeria
– Uno sportellino batteria del motore
– Un fucile della battle tram
– 4 rampini silver
– Un bazooka silver
– Una balestra silver
– Una golden manta
– Una golden harp
– Un golden bow
– Un golden mitra
– Una scaletta
– Tre bandiere con tre supporti da fissare alla sommità della torre
– Una spada
– Una monorail clip blu
– Un cannone con supporto da collocare alla sommità della torre
– Libretto con istruzioni
– Adesivi
– Viti

Eternia Masters of the universe, quanto vale?

La valutazione di Eternia è inficiata da moltissimi fattori. Come avrete notato leggendo il paragrafo precedente, questo playset comprende veramente tanti accessori. Non tutti gli accessori hanno lo stesso valore: per fare un esempio, i 4 rampini d’argento valgono meno di un gargoyle o di un ascensore. L’arpa d’oro vale meno della monorail clip blu. Gli accessori che sono più difficili da trovare a distanza di quasi 40 anni sono quelli piccoli che si perdevano con facilità, come la monorail clip, i gargoyle, le catenelle metalliche, la palla di ferro o il collare del serpente rosso. Ma hanno soprattutto una valutazione alta i componenti funzionali del playset: il motore, l’asta dell’ascensore, la battle tram (completa di vano batteria). Le torri difficilmente si perdevano, ma costituiscono la parte più vistosa di Eternia, senza di queste il playset non può essere allestito e quindi hanno ugualmente una valutazione abbastanza elevata.
I binari si uniscono fra loro mediante un sistema ad incastro: per questo motivo è importante che gli agganci alle estremità siano integri, perché altrimenti la monorail non reggerà il peso dei veicoli.
L’elemento più importante, il cuore del playset, è il motore: prima di vendere Eternia assicuratevi che sia funzionante, perché altrimenti la battle tram non scorrerà attraverso i binari e a nessuno piace un giocattolo rotto, anche se è da collezione.
La scatola è il fiore all’occhiello: come per tutti i giocattoli vintage da collezione, la sua presenza incrementa il valore del prezzo finale.

Infine un dettaglio per i collezionisti più esigenti: Eternia esiste in due versioni, che si differenziano per il colore degli occhi del leone. Quella classica e più comune ha gli occhi arancioni, mentre in quella più rara gli occhi sono grigi.
La valutazione quindi deve tenere conto di tutti questi dettagli: completezza, integrità e condizioni e soprattutto periodo. Il prezzo dei giocattoli vintage oscilla continuamente, se oggi il costo di una Eternia completa e in ottime condizioni può aggirarsi sui 1000 euro, nessuno può darvi la certezza che fra un anno la spesa non si dimezzi o raddoppi.

Eternia: dove si può vendere o comprare?

Chiaramente non nei negozi di giocattoli moderni e nemmeno su Amazon, dato che si tratta di un giocattolo vintage fuori produzione dagli anni 80. I luoghi per comprare o vender Eternia sono i marketplace fra privati, come Ebay o Catawiki. Potete anche provare a proporre la vostra Eternia direttamente tramite questo sito alla mail infograffitiblog@gmail.com o telefonicamente (anche whatsapp) al numero 3518675462 ricordando di seguire il regolamento per le vendite, nel caso in cui foste intenzionati a vendere, o per le valutazioni, qualora voleste delle informazioni sul valore.